Scelta del parquet: ogni arredamento ha il suo

scelta-del-parquet

Nei giorni scorsi abbiamo visto come arredare in stile scandinavo un immobile. E nell’indicare le linee guida di quello che è il trend più seguito degli ultimi mesi, siamo partiti dalla scelta del parquet. Allo stesso modo, è possibile provare a tracciare qualche indicazione per la scelta del parquet giusto da abbinare allo stile di arredamento che abbiamo pensato per la nostra casa.

In effetti non è così semplice scegliere il parquet, data l’elevata varietà di parquet disponibili sul mercato, non è difficile che ogni rivenditore che visiteremo ci possa proporre qualcosa di interessante. A quel punto la decisione finale sulla scelta del parquet è influenzata da tanti parametri, non ultimo il costo. Per semplificare, quindi, evitiamo ogni distrazione: l’obiettivo è accordare il pavimento in legno allo stile dell’immobile e lo faremo.

Il tuo stile, la tua casa, il tuo parquet

Abbiamo già visto come lo stile nordico (o scandinavo) richieda l’utilizzo di parquet chiari con finiture naturali, semplici, che richiamo i paesaggi del nord Europa. Toni morbidi e chiari che facciano da sfondo a temi grafici fatti di colori pastello. Per movimentare un po’ l’ambiente, allora, si può giocare con la posa.

Allo stesso modo, anche nello stile vintage la posa può cambiare radicalmente l’impatto visivo che il pavimento in legno restituisce, ma in questo caso le tonalità del legno saranno diametralmente opposte allo stile nordico: tonalità calde, ma non troppo scure, si sposano alla perfezione con arredamenti e suppellettili retrò.

Industrial o shabby, purché sia chic!

Tra le tendenze preferite da arredatori e designer c’è anche lo stile industrial (con la variante “chic”). In questo caso, per accordarsi ai mattoni a vista o pitturati a vivo, al legno di recupero spesso utilizzato negli arredamenti, al cemento o alla pietra per i rivestimenti, i toni del grigio per il parquet sono ideali. A patto che si scelgano prodotti non rifiniti, anzi più è grezzo, più si accorda.

Lo stile shabby richiede invece l’impiego di materiali volutamente “rovinati”. Così, anche il pavimento dovrà richiamare trame simili. In questo caso, la scelta deve ricadere su essenze nodose, magari legno di recupero, anche imperfetto. Come per lo stile scandinavo, i toni chiari sono i più adatti ad accogliere mobiletti decapati e lampade in ferro battuto.

Per chiama uno stile moderno o minimale, la scelta dovrà ricadere su parquet dalle linee pulite e toni scuri, lisci e ben rifiniti, pur senza particolari finiture come la lucidatura.

mercato del parquetvernici per parquet