Parquet in rovere, eleganza e stile sono le caratteristiche di un pavimento che il tempo migliora.

Oggi parliamo del parquet in rovere. Un legno splendido dalle prerogative preziose con il quale è possibile realizzare pavimentazioni di grande pregio.

Un classico per i rivestimenti in legno, amatissimo dai designer per la grande resa estetica unita a indiscusse qualità di resistenza. È un parquet in grado di caratterizzare fortemente gli ambienti grazie alle caratteristiche di un’essenza che offre, come vedremo, una grande versatilità nelle finiture e negli effetti.

Parquet in rovere: le caratteristiche dell’essenza

Il rovere è legno proveniente da un tipo di quercia semi-caducifoglia di prima grandezza. È una pianta longeva il cui legno è, come tutti sappiamo, largamente impiegato per la produzione di mobili e rivestimenti. Si tratta di un legno pregiato, dal colore bruno tendente al giallo, dalle venature evidenti che ne caratterizzano l’aspetto. La tonalità tende a schiarirsi con il passare del tempo e difficilmente fra le tante diverse sfumature questa essenza non accontenta le richieste. Caratterizzato da buone prerogative in termini di stabilità, resistenza e durabilità, è un legno che il trascorrere del tempo rende migliore.

Particolarmente duro, quindi difficile da scalfire, viene di norma preso come punto di riferimento per valutare la durezza di altre essenze. È un legno piuttosto stabile anche se, la naturale flessibilità che per esempio ne consente l’utilizzo nella composizione delle botti, può determinarne una leggera curvatura.

Facile da reperire poiché le diverse specie di querce da cui si ricava sono diffuse un po’ ovunque, la diversa provenienza geografica ci consente di differenziare fra Rovere Americano, Europeo e Giapponese; tuttavia le diverse essenze condividano fra loro tutte le caratteristiche fondamentali.

Parquet in rovere: le tipologie

parquet rovere tipologie

Tipologie di parquet in rovere

Proprio le prerogative di questo legno ne consentono i diversi trattamenti superficiali, grazie ai quali con il rovere si possono realizzare pavimentazioni in legno secondo stili e tendenze anche molto diverse fra di loro. Dalle diverse sfumature che l’essenza può presentare, all’ottima verniciabilità per ottenere l’effetto desiderato, è un legno capace di interpretare al meglio i diversi progetti di design.

Il parquet in rovere naturale

La scelta di un parquet in rovere naturale è la scelta del legno massello. Una pavimentazione forte e resistente, capace di conservare il suo aspetto elegante e raffinato nel tempo. Il rovere è un legno costoso, ma l’onere economico dell’inizio è ampiamente ripagato dalla resa qualitativa ed estetica eccellente sul lungo periodo. Ideale per una posa inchiodata, classica e meravigliosa con questa tipologia di legno, o incollata, per chi non trova nello scricchiolio tipico delle pose inchiodate nulla di romantico e suggestivo.

Il parquet in rovere spazzolato

Quando i progetti di design richiedono una pavimentazione ruvida, dall’aspetto non rifinito, dove la venatura naturale del legno emerge in modo prepotente, il rovere spazzolato garantisce una resa estetica di grande impatto. Il rovere viene trattato con spazzole metalliche che grattano la superficie rispettando la direzione della fibra; successivamente il parquet può essere trattato con una finitura lucida o con olio a seconda dell’effetto desiderato.

Il parquet in rovere sbiancato

Fra le tonalità del rovere quella chiara è indubbiamente la più richiesta. Questo dato, sostenuto dalle più recenti tendenze di design che nelle tonalità chiare hanno celebrato vitalità, luce ed eleganza, ha contribuito al diffondersi dei trattamenti di sbiancatura artificiale e decapatura naturale del legno. Così il parquet in rovere approfitta, nel caso della decapatura, della sua caratteristica venatura per accogliere finiture bianche o rosa che regalano un’intensità alla superficie del tutto peculiare.

Per chi invece desidera una tinta uniforme, procedendo con la sbiancatura e verniciando con la tonalità desiderata il parquet in rovere si vestirà dei vostri colori.

Il Parquet in rovere anticato

È quell’effetto che desidera accontentare il gusto di chi cerca una pavimentazione dal sapore antico, capace di trasmettere l’eleganza e il carattere di un parquet vissuto. L’effetto anticato sul parquet in rovere si ottiene esasperando trattamenti quali la decapatura o la spazzolatura e trattando la superficie con finiture calde rigorosamente color legno naturale.

parquet rovere solid zero

Solid Zero il prodotto ideale per il parquet

Solid Zero: la vernice invisibile per il parquet in rovere

Per trattare al meglio il parquet in rovere uno dei fiori all’occhiello della linea Solid: Solid zero.

Solid Zero è una finitura che intercetta le richieste più esigenti degli amanti dell’effetto natura. La vernice sembra invisibile sul legno, non altera e non modifica in alcun modo il suo aspetto naturale perché si tratta di una finitura “zero gloss”. Se l’effetto alla vista dunque è opaco e completamente naturale, al tatto la superficie lignea risulta morbida e vellutata. Non lascia aloni ma garantisce uniformità alla copertura del parquet. Realizzata con assorbitori UV, protegge il legno del parquet dalla luce, contrastandone il degrado e lo scolorimento.

Come gli altri prodotti della linea, Solid Zero è una finitura priva di sostanze nocive, la cui formulazione ha escluso l’impiego di metalli pesanti in ottemperanza alla normativa europea di riferimento: UNI EN 71.3 del 2002 sicura per l’ambiente e sicura per l’uomo.

Certificata Catas, Istituto italiano per la certificazione, la ricerca e le prove nel settore legno-arredo, la finitura Solid zero ha superato i test di resistenza all’abrasione e come vernice risulta ideale per i parquet a intenso traffico. Conforme alla normativa di riferimento UNI EN 15185:2011 Solid Zero nobilita e protegge il parquet in posa nelle aree più trafficate, rispetta l’ambiente e la salute di piccoli e grandi.

parquet bagnoecovillaggi