Parquet in legno massello: caratteristiche e vernici

Il fascino intramontabile del parquet in legno massello, fra essenze e vernici, conquista anche il pubblico più esigente

Oggi ci occupiamo del parquet in legno massello anche definito parquet tradizionale, ovvero una pavimentazione interamente realizzata in legno nobile, ottenuto da un unico blocco. Già perché un parquet in legno massello è una pavimentazione composta al 99% da legno grezzo che richiederà gli opportuni trattamenti di levigatura e lucidatura.

Quali essenze per un parquet in legno massello?

Le essenze da impiegare per questo tipo di pavimentazione sono di norma quelle che rientrano fra i legni duri; del resto a un parquet in legno massello sono richieste importanti prestazioni in termini di resistenza e stabilità. Compatibilmente con i desideri dell’utenza rispetto alle tonalità, la scelta, per un parquet in legno massello più spesso ricade su questa tipologia di essenze: 

  • Legno chiaro: essenze quali il rovere, l’acero, l’abete e il faggio
  • Legno bruno: l’acacia, l’iroko, l’olivo e il teak
  • Legno rosso: il ciliegio, il merbau e il dossi
  • Legno scuro: il wengè, il kosipo e lo jatoga.
parquet in legno massello

Il legno massello

Particolare attenzione va prestata al comportamento del legno rispetto all’umidità e alla temperatura. In questo senso, in relazione alla destinazione del parquet in legno massello, il professionista svolgerà un ruolo fondamentale nel fornire adeguate indicazioni al committente, sull’una o l’altra essenza da prediligere.

Le misure dei listelli per la realizzazione di questa tipologia di pavimentazione possono variare molto ma presentano uno spessore mai inferiore ai 10mm. Sono in linea di massima disponibili, listoni e listelli di spessore fino ai 22 mm e di lunghezza compresa fra i 22 cm e 2 mt.

La posa in opera del parquet in legno massello

Quando il professionista affronta la posa di un parquet in legno massello affronterà interventi che richiedono particolare cura e attenzione.

Il legno massello dovrà essere levigato prima e lucidato poi. Attraverso il processo di levigatura eseguito con macchine specifiche si raggiungerà l’uniformità della superficie lignea, quindi il professionista procederà alla stuccatura delle eventuali imperfezioni del legno per poi procedere alla successiva finitura della pavimentazione.

I listelli del parquet in legno massello sono inoltre, rispetto al prefinito, di dimensioni più contenute e questo allunga i tempi della posa e la particolare attenzione con la quale deve essere eseguita. Di norma per questa tipologia di parquet si predilige una posa incollata o si opta per il più tradizionale parquet inchiodato. La scelta dei prodotti da impiegare per la finitura del parquet in legno massello unita alle caratteristiche dell’essenza scelta, determineranno le prestazioni, la qualità estetica e l’efficienza del pavimento montato.

SOLID ZERO la vernice non vernice ideale sul legno massello

L’efficienza dei prodotti di finitura è senza dubbio un elemento fondamentale per determinare la buona riuscita e l’estetica della nostra pavimentazione in legno. Per il parquet in legno massello è immediata la scelta di SOLID ZERO, fra i prodotti vernicianti della linea SOLID RENNER, a più alto contenuto tecnologico.

SOLID ZERO è una vernice bicomponente all’acqua che presenta un’elevatissima opacità. Il livello di trasparenza del prodotto è tale da esserle valso l’appellativo di vernice non vernice, ma al contempo esercita sul legno un’importante azione protettiva. Studiata per la massima resistenza all’usura è una vernice all’acqua elastica, a ridotto contenuto di solventi e priva di sostanze dannose alla salute della persona. Ecocompatibile, è a base di resine poliuretaniche, grazie alle quali protegge e nobilita il colore naturale del legno che conserva nel tempo lo stesso aspetto del legno appena tagliato.

I vantaggi di un parquet in legno massello

parquet in legno massello tradizionale

Il parquet tradizionale

Optare per una pavimentazione in legno massello ha come sempre accade i suoi punti di forza e le sue note dolenti. Fatta salva l’ineccepibile qualità estetica di questa soluzione, per molti impareggiabile per fascino ed eleganza, riassumiamone brevemente i principali pregi e difetti. Il parquet in legno massello è di norma una pavimentazione con prerogative in termini di stabilità e resistenza molto importanti. È dunque un rivestimento destinato a una lunga durata nel tempo, sia per le doti di resistenza affidate all’essenza sia perché lo spessore del listello è tale da consentire successivi trattamenti di levigatura e lucidatura.

Trattandosi di legno grezzo al 99% questo tipo di parquet sfrutta al massimo il potenziale isolante del legno, isolando l’intero ambente in modo estremamente efficace; tuttavia, per la medesima ragione, è poco adeguato ad ambienti con riscaldamento a pavimento.

Più onerosa risulta la posa in opera del parquet sia come tempi sia come costi, proprio perché come abbiamo accennato sopra la pavimentazione posata dovrà essere prima levigata, poi stuccata quindi lucidata. Si tratta di un pavimento non calpestabile prima di 40 giorni dalla posa.

parquet con essenze chiareparquet prefinito